Patologie

Cistite

cistite dolore pancia

La cistite è un’infiammazione della vescica solitamente causata da un’infezione della stessa.

È un tipo comune di infezione del tratto urinario, in particolare nelle donne ma può colpire anche gli uomini, ed è di solito più un fastidio che una causa di grave preoccupazione.

I casi lievi spesso miglioreranno da soli entro pochi giorni, ma alcune persone sperimentano frequentemente episodi di cistite e potrebbero aver bisogno di trattamenti regolari o a lungo termine.

C’è anche la possibilità che la cistite possa portare a un’infezione renale più grave in alcuni casi, quindi è importante consultare un medico se i sintomi non migliorano.

Sintomi

I segni e i sintomi della cistite includono spesso:

  • un forte, persistente bisogno di urinare;
  • una sensazione di bruciore durante la minzione;
  • piccole quantità frequenti di urina;
  • sangue nelle urine (ematuria);
  • urina torbida o maleodorante;
  • disagio pelvico;
  • una sensazione di pressione nell’addome inferiore;
  • febbre bassa.

Cause

Si pensa che la maggior parte dei casi si verifichi quando i batteri che vivono innocuamente nell’intestino o sulla pelle entrano nella vescica attraverso il tubicino che trasporta l’urina dal corpo (l’uretra).

Alcune cause possono aumentare il rischio di incorrere in questo disagio, tra cui:

  • avere rapporti sessuali (specialmente a rischio sono quelli anali);
  • asciugandosi la zona anale da dietro ad avanti dopo essere andato in bagno;
  • avendo un tubo sottile inserito nell’uretra per drenare la vescica (come un catetere urinario);
  • avere meno di 1 o più di 75 anni;
  • avere il diabete;
  • avere un sistema immunitario indebolito.

Tipi di cistite

Ecco una breve lista dei vari tipi di cistite esistenti.

Cistite batterica

Le infezioni del tratto urinario si verificano in genere quando i batteri al di fuori del corpo entrano nel tratto urinario attraverso l’uretra e iniziano a moltiplicarsi. La maggior parte dei casi di cistite sono causati da un tipo di batteri come l’escherichia coli.

Le infezioni batteriche della vescica possono verificarsi nelle donne a seguito di rapporti sessuali. Ma anche le persone sessualmente inattive sono sensibili alle infezioni del tratto urinario inferiore perché l’area genitale ospita spesso batteri che possono causare cistite.

Cistite non batterica

Sebbene le infezioni batteriche siano la causa più comune di cistite, una serie di fattori non infettivi può anche causare l’infiammazione della vescica. Alcuni esempi includono:

  • Cistite interstiziale. La causa di questa infiammazione cronica della vescica, chiamata anche sindrome della vescica dolorosa, non è chiara. La condizione può essere difficile da diagnosticare e trattare.
  • Cistite indotta da farmaci. Alcuni farmaci, in particolare i farmaci chemioterapici ciclofosfamide e ifosfamide, possono causare l’infiammazione della vescica quando i componenti scomposti dei farmaci escono dal tuo corpo.
  • Cistite da radiazioni. Il trattamento con radiazioni nell’area pelvica può causare alterazioni infiammatorie nel tessuto vescicale.
  • Cistite da corpi estranei. L’uso a lungo termine di un catetere può predisporre alle infezioni batteriche e ai danni ai tessuti, che possono entrambi causare infiammazione.
  • Cistite chimica. Alcune persone possono essere ipersensibili alle sostanze chimiche contenute in alcuni prodotti, come bagnoschiuma, i detergenti intimi troppo aggressivi o le gelatine spermicide possono sviluppare una reazione di tipo allergico all’interno della vescica, causando infiammazione.
  • Cistite associata ad altre condizioni. La cistite a volte può verificarsi come una complicazione di altri disturbi, come diabete, calcoli renali, ingrossamento della prostata o lesioni del midollo spinale.

Complicazioni

Se trattate prontamente e correttamente, le infezioni della vescica raramente portano a complicazioni. Ma se non trattate, possono diventare qualcosa di più serio. Le complicazioni possono includere:

  • Infezione al rene. Un’infezione della vescica non trattata può portare a infezione renale, chiamata anche pielonefrite. Le infezioni renali possono danneggiare permanentemente i reni.

I bambini piccoli e gli adulti più anziani sono a maggior rischio di danni ai reni da infezioni della vescica perché i loro sintomi sono spesso trascurati o scambiati per altre condizioni.

  • Sangue nelle urine. Con la cistite, potresti avere delle cellule del sangue nelle urine che possono essere viste solo al microscopio (ematuria microscopica) e che di solito si risolvono con il trattamento. Se le cellule del sangue rimangono dopo il trattamento, il medico può raccomandare uno specialista per determinarne la causa.

Il sangue nelle urine che è possibile vedere (ematuria grossolana) è raro con la cistite batterica tipica, ma questo segno è più comune nella cistite indotta da chemioterapia o radiazioni.

Prevenzione

Il succo di mirtillo rosso o compresse contenenti proantocianidina sono spesso raccomandati per aiutare a ridurre il rischio di infezioni vescicali ricorrenti per alcune persone.

Come rimedio casalingo, evita il succo di mirtillo rosso se stai assumendo il farmaco fluidificante del sangue warfarin (Coumadin). Le possibili interazioni tra il succo di mirtillo rosso e il warfarin possono portare a sanguinamento.

Sebbene queste misure preventive di auto-cura non siano ben studiate, i medici a volte raccomandano quanto segue per le infezioni ripetute della vescica:

  • Bevi molti liquidi, in particolare l’acqua. Bere molti liquidi è particolarmente importante se si sta affrontando una chemioterapia o radioterapia, in particolare nei giorni di trattamento.
  • Urinare frequentemente. Se senti il ​​bisogno di urinare, non ritardare l’uso del bagno.
  • Pulisci da davanti a dietro dopo un movimento intestinale. Ciò impedisce ai batteri nella regione anale di diffondersi nell’uretra.
  • Fai la doccia anziché il bagno con vasca.
  • Svuota la vescica il prima possibile dopo un rapporto sessuale. Bevi un bicchiere pieno d’acqua per aiutare a sciacquare i batteri.
  • Evitare l’uso di spray deodoranti nell’area genitale. Questi prodotti possono irritare l’uretra e la vescica.