Esami

Cistometria

vescica piena

La cistometria è un test utilizzato per la ricerca di patologie con il riempimento e lo svuotamento della vescica. La vescica fa parte del tratto urinario. È un organo muscolare cavo che si rilassa e si espande per immagazzinare l’urina.

La cistometria misura la quantità di urina nella vescica. Il risultato informa il tuo operatore sanitario della funzione muscolare, della meccanica e della risposta nervosa della vescica e del tratto urinario.

Normalmente, la vescica invia messaggi al cervello attraverso le vie nervose quando ha bisogno di essere svuotata. Il midollo spinale quindi invia un messaggio alla vescica per contrarsi e iniziare il riflesso della minzione. Normalmente, puoi ignorare questo riflesso volontariamente per trattenere e controllare la tua urina.

Alcune condizioni possono interferire con la funzione muscolare o le vie nervose tra la vescica e il cervello. Queste condizioni possono portare alla perdita del controllo della vescica o al blocco urinario. La cistometria può essere utilizzata per trovare la fonte di tali problemi.

Perché farla

La cistometria può essere effettuata per verificare la presenza di problemi alla vescica e all’uretra. Le condizioni che possono causare problemi alla vescica e all’uretra possono includere:

  • Disfunzione della vescica dal punto di vista neurogeno, ovvero una funzione impropria della vescica a causa di un problema nel sistema nervoso, come un tumore del midollo spinale o una lesione.
  • Lesioni del midollo spinale.
  • Sclerosi multipla. Una malattia imprevedibile del sistema nervoso centrale che cambia la comunicazione tra il cervello e altre parti del corpo.
  • Diabete. Un problema di salute che si verifica quando il corpo non è in grado di utilizzare lo zucchero per la crescita e l’energia per le attività quotidiane. Può portare a danni ai nervi.
  • Altri problemi nel sistema urinario che possono anche essere causati da invecchiamento, altre malattie o lesioni.

I muscoli della vescica deboli potrebbero anche non riuscire a svuotare completamente la vescica. Questa situazione viene chiiamata ritenzione urinaria.

I muscoli deboli del tratto urinario e del bacino possono portare alla perdita di controllo delle urine. Questo perché i muscoli non possono rimanere abbastanza contratti da trattenere l’urina nella vescica. Oppure la vescica non ha abbastanza supporto dai muscoli pelvici per rimanere nella sua posizione corretta. La cistometria può essere utilizzata per trovare la causa di sintomi come questi.

Ci possono essere altri motivi per cui il tuo medico consiglia la cistometria.

Prepararsi all’esame

Non è necessario fare nulla di speciale per prepararsi a questo test. Ad alcune persone viene chiesto di interrompere determinati medicinali prima del test, mentre altre volte vengono somministrati antibiotici prima di iniziare. Questo procedimento, di solito, viene fatto per prevenire l’infezione.

Prima del test, ti verrà chiesto di svuotare la vescica il più possibile. Un piccolo tubo molle (chiamato catetere) viene inserito nell’uretra fino a raggiungere la vescica. Il catetere consente di svuotare completamente la vescica. Viene anche usato per misurare la quantità di urina rimasta nella vescica dopo la partenza del test. Inoltre, misura la forza della vescica registrandone la pressione.

Un altro piccolo catetere, delle dimensioni di uno spaghetto, viene poi inserito nel retto. Questo catetere viene utilizzato per misurare la pressione all’esterno della vescica, ma con versante nell’addome.

La vescica viene quindi riempita lentamente con liquido (di solito acqua sterile, soluzione salina sterile o un fluido sterile). Questo liquido include un colorante che può essere visto ai raggi X. Ti verrà chiesto di descrivere ciò che senti nella vescica. Ti sembra una sensazione fastidiosa? Ti senti pieno? Fa male? Potrebbe esserti chiesto di tossire o accovacciarti per vedere se ci sono perdite.

Quando senti la vescica piena e devi urinare, lo farai in un bagno speciale e ci andrai mentre i cateteri speciali e i sensori sono a posto. Ciò consente al medico di misurare la pressione durante la minzione. Questa parte del test si chiama studio del flusso di pressione.

Per circa un giorno dopo lo studio, alcune persone sentono un senso di bruciore o dolore quando urinano o possono perdere piccolissime quantità di sangue. Questo piccolo inconveniente andrà via da solo, ma se continui a vedere sangue nelle urine o ha la febbre, informa il medico.