Patologie

Pielonefrite

pielonefrite img

La pielonefrite acuta è un’infezione batterica del parenchima renale che può essere pericolosa per gli organi e/o la vita del paziente stesso, e che spesso porta a cicatrici renali. I batteri in questi casi sono anche al di fuori dei reni, ma possono raggiungere il rene attraverso il flusso sanguigno. La diagnosi e la gestione tempestive della pielonefrite acuta hanno un impatto significativo sugli esiti della salute dei pazienti.

Sintomi

  • febbre superiore a 38°;
  • dolore all’addome, alla schiena, ai fianchi o all’inguine;
  • minzione dolorosa o bruciore;
  • urina torbida;
  • pus o sangue nelle urine;
  • minzione urgente o frequente;
  • urina con odore di pesce;
  • tremori o brividi;
  • nausea;
  • vomito;
  • dolore generale o sensazione di malessere;
  • astenia;
  • sudorazione fredda;
  • confusione mentale.

Le infezioni renali sono causate da batteri o virus.

I medici ritengono che la maggior parte delle infezioni renali inizi come un’infezione alla vescica che si propaga sempre di più per poi infettare uno o entrambi i reni. Molto spesso, l’infezione è causata da batteri che normalmente vivono nell’intestino. Il tratto urinario ha diversi modi per impedire alle infezioni di risalire il tratto urinario. Ad esempio, la minzione spesso elimina i batteri prima che raggiungano la vescica. Se non si ricevono cure mediche per fermare l’infezione, i batteri possono infettare i reni e portare dunque alla pielonefrite.

Diagnosi

Metodi e indagini per diagnosticare la pielonefrite.

Esame delle urine

Un medico controllerà la febbre, la tensione nell’addome e altri sintomi comuni i questa malattia. Se sospettano un’infezione renale, consiglieranno di fare un esame delle urine. Questo li aiuta a verificare la presenza di batteri, l’eventuale concentrazione di essi nonché il sangue ed il pus nelle urine.

Ecografie e TAC

Il medico può anche ordinare un’ecografia per cercare cisti, tumori o altri ostacoli al tratto urinario.

Per le persone che non rispondono ai trattamenti entro 72 ore, può essere fatta una TAC (con o senza contrasto). Questo test può anche rilevare ostruzioni all’interno del tratto urinario.

Trattamento

Gli antibiotici sono il primo corso di azione contro la pielonefrite acuta. Tuttavia, il tipo di antibiotico scelto dal medico dipende dal fatto che i batteri possano essere identificati o meno e che si scelga dunque un antibatterico idoneo al tipo di patogeno. In caso contrario, viene utilizzato un antibiotico ad ampio spettro.

Sebbene i farmaci possano curare l’infezione diano sollievo già entro 2-3 giorni, di solito il farmaco deve essere assunto per l’intero periodo di prescrizione (di solito da 10 a 14 giorni). Bisogna quindi portare a termine la cura anche se i sintomi si sono affievoliti.