Esami

Swelling-test

immagine swelling test

Lo Swelling Test è utile nella valutazione della percentuale di spermatozoi che presentano alterazioni funzionali della membrana cellulare. Tale caratteristica è di fondamentale importanza poiché è dimostrata una diretta correlazione con il grado di integrità del DNA.

L’esame viene eseguito immergendo gli spermatozoi in una soluzione ipotonica, vale a dire con una concentrazione salina inferiore rispetto a quella cellulare, in questo modo, per osmosi, l’acqua passa da una zona con concentrazione di soluto minore ad una zona con concentrazione maggiore inducendo un rigonfiamento nello spermatozoo. Tutti gli spermatozoi presentanti alterazioni della membrana non subiranno il processo di rigonfiamento. In questo modo è possibile effettuare una scelta accurata dello spermatozoo migliore per la fecondazione in vitro.

Lo Swelling Test si basa infatti sull’attitudine dello spermatozoo di sopportare uno stress ipo-osmotico. Le cellule con una conservata funzionalità della membrana plasmatica, quando immerse in soluzione acquosa ipotonica, si rigonfiano grazie all’ingresso del solvente;
in condizioni di alterata funzionalità delle cellule questo equilibrio osmotico è raggiunto invece attraverso la perdita di soluti, ragion per cui non si ottiene il rigonfiamento altrimenti atteso.

Gli spermatozoi che abbiano subito il rigonfiamento sono facilmente individuabili grazie cambiamento di forma della cellula, particolarmente rivolta all’avvolgimento della coda.

Il risultato dell’esame viene espresso come percentuale di spermatozoi rigonfiati sul totale di quelli contati. Questa percentuale equivale alla percentuale di spermatozoi osmoticamente normali e dunque vitali.