Visite

Visita andrologica

immagine visita andrologica

La visita andrologica consiste in un controllo semplice ed indolore ad opera di uno specialista. La visita è utile per la prevenzione e la diagnosi delle malattie dell’apparato genitale maschile. La prevenzione è fondamentale in alcune di esse poiché capaci di compromettere la fertilità.

La visita consiste nella raccolta di informazioni sullo stato generale del paziente, sulla sua vita sessuale e su qualsiasi sintomo avvertito. Talvolta, la visita, in presenza di particolare sintomatologia, può presentare la necessità di indagare quest’ultima con un’esplorazione rettale.

Successivamente il medico valuta i genitali tramite osservazione e generalmente tramite palpazione del pene e dei testicoli. Vengono valutati i riflessi nervosi genitali ed eventuali infiammazioni. Una visita andrologica può essere di ausilio nella diagnosi delle malattie dermatologiche dell’apparato genitale.

La prima visita andrologica consiste in una raccolta di informazioni sullo stato di salute passato e su quello attuale del paziente, sulla sua vita sessuale e su qualsiasi sintomo. Successivamente, durante l’esame, lo specialista analizza il sistema urogenitale come descritto in precedenza. La verifica più importante consiste nel controllare se ci siano infiammazioni (le infezioni tipicamente causano secrezioni, arrossamenti, piaghe o eruzioni cutanee).

Prenota una visita andrologica se ti ritrovi in una di queste condizioni:

  • se c’è un ritardo importante nello sviluppo puberale nelle modificazioni del corpo tipiche dell’adolescenza (capelli, altezza, genitali);
  • se i genitali sono troppo piccoli per la tua età;
  • se hai notato un aumento delle ghiandole mammarie;
  • se hai un pene anormale (curvo) o difficoltà nello scorrimento della pelle che lo copre, o l’apertura del prepuzio per scoprire il glande è stretta (fimosi);
  • se pensi di avere un varicocele (una vena troppo evidente nello scroto);
  • se un testicolo o entrambi non sono del tutto scesi nella sacca scrotale può compromettere la fertilità ed essere un fattore predisponente al tumore testicolare).

Indipendentemente da questi sintomi, ricorda che tutti gli adolescenti dovrebbero fare una visita andrologica, soprattutto se già si sia iniziata un’attività sessuale. Il medico può anche dare utili consigli sulla contraccezione e su come evitare le infezioni a trasmissione sessuale.

Se hai paura e/o vergogna di parlare di questi argomenti privati e intimi sappi che tutti i medici sono obbligati a mantenere il cosiddetto segreto professionale e che la tua storia e le tue problematiche saranno per loro analoghe a quelle di centinaia di altri casi proprio come il tuo.